Cittadinanza britannica, Cameron e la Brexit

brexit cittadinanza inglese

Brexit, è corsa alla doppia cittadinanza ?

La Brexit, ossia l’uscita della Gran Bretagna nel 2017 dall’Unione Europea, potrebbe spingere molti immigrati a chiedere già adesso la doppia cittadinanza

Non è una prospettiva immediata ma rimane pur sempre un’ipotesi concreta quella che la Gran Bretagna decida di uscire dall’Unione Europea e i suoi abitanti si stanno regolando di conseguenza. Perché la Brexit (acronimo che sta per Britain Exit) preoccupa chi vive entro quei confini ancora più di quelli che abitano negli altri Paesi continentali.

Così non è un caso che molti cittadini inglesi, anche prima dell’esito del referendum popolare sulla permanenza nell’UE previsto per il 2017, stiano pensando seriamente di prendere la doppia cittadinanza in modo da tenersi aperta una porta quale che sia l’esito della consultazione.

L’immigrazione infatti attualmente è uno dei temi più caldi, non solo in Inghilterra, per i possibili arrivi di estremisti islamici anche se in realtà la stragrande maggioranza di immigrati nel Regno Unito è fatta di imprenditori e lavoratori che si trasferiscono lì per motivi legati alla loro professione o ancore per cercare una svolta alla loro vita.

Se nel 2017 la Brexit da ipotesi dovesse tramutarsi in certezza, tutti loro si troverebbero in una situazione delicata ed è per questo che tanti stanno pensando già adesso di inoltrare domanda per ottenere anche la cittadinanza britannica.

Secondo un recente sondaggio lanciato dal quotidianoGuardian’ su oltre 1.200 persone interpellate, la grande maggioranza sarebbe disponibile a diventare britannica pur di non perdere lavoro, residenza e copertura sanitaria oggi garantite da altri tipi di accordi.

Immigrazione e integrazione stanno diventando tema cruciale per i politici locali, tanto che il premier Cameron, anche tradendo in parte il suo mandato conservatore, ha dovuto accettare di promuovere il referendum per il ‘dentro o fuori’ nel 2017 e considerando cosa è successo di recente in Scozia, rimasta in Gran Bretagna solo per la promessa di maggiore libertà e minore pressione fiscale, la grande voglia di autonomia sembra indicare un esito incertissimo.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio

avvocato studio legalediffide, avvocato per cittadinanza & solleciti

About the Author

Sonia Paolin
Sonia Paolin
Web Writer, articolista e scrittrice di cittadinanza italiana

1 Comment on "Cittadinanza britannica, Cameron e la Brexit"

  1. Mio figlio ha la residenza in Inghilterra, dove lavora da anni.Convive con una ragazza inglese con cui ha una bimba.Sono preoccupata per la Brexit, perchè temo che potrebbe perdere i diritti acquisiti.Io gli consiglio di chiedere anche la cittadinanza britannica.Cosa dovrebbe fare e a chi rivolgersi?

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Immigrazione e brexit – Stranieri News

Comments are closed.