Doppia cittadinanza italiana e venezuelana

passaporto venezuela cittadinanzapassaporto venezuela cittadinanza

La doppia cittadinanza Venezuelana Italiana

Buon giorno , ho trovato molto utile gli articoli pubblicati, sono un cittadino venezuelano con avo Italiano, ho ottenuto in Venezuela la documentazione necessaria per avere il mio permesso di soggiorno.

Il Consultato Generale italiano a Caracas dopo aver consegnato tutti i requisiti mi ha rilasciato una attestazione che dice “rientra nella casistica dell’art.9 legge 91 del 1992 che prevede diritto di richiedere la concessione della cittadinanza ai figli o nipoti di cittadini per nascita (naturalizzati al momento della nascita del figlio) dopo aver risieduto in italia per 3 anni (art 9 della legge di cittadinanza 91 del 1992)

Ora mi chiedo posso chiedere la cittadinanza italiana senza perdere il passaporto Venezuelano ?

Si, è possibile mantenere entrambi i passaporti.

Troviamo infatti la risposta a questo quesito nell’articolo 34 della Costituzione della Repubblica Bolivariana del Venezuela approvata il 20 dicembre 1999 secondo cui “La nazionalità venezuelana non si perde all’optare o acquisire di altra nazionalità“.

Sancendo pertanto la libertà di avere più cittadinanza e quindi due passaporti, quello Venezuelano e quello Italiano.

Inoltre come abbiamo più volte sottolineato l’Italia consente di avere cittadinanze ulteriori a quella italiana senza avere come conseguenza la perdita dello Ius civitatis.

La Costituzione Venezuelana soggiunge “I venezuelani per nascita non possono essere privati della loro nazionalità”

Mentre la cittadinanza venezuelana per naturalizzazione può essere revocata solo a seguito di sentenza emessa da un Giudice e in sintonia con la legge di settore in vigore.

Come ottenere la cittadinanza venezuelana ?

Brevemente abbiamo la seguente casistica di norme costituzionali che disciplinano l’acquisizione che troviamo nell’articolo 32 e 33 della Costituzione

IUS SOLI in Venezuela : Può diventare cittadino ogni bimbo nato sul territorio della Repubblica Bolivariana del Venezuela. E’ chiaramente lo Ius soli nella sua forma più pura.

IUS SANGUINIS in Venezuela, espressione giuridica che indica l’acquisizione della cittadinanza per trasmissione per nascita da genitore già in possesso della cittadinanza. Viene concessa pertanto ad ogni bambino figlio di padre o madre venezuelana per nascita.

PER NATURALIZZAZIONE : Stranieri con domicilio in Venezuela con residenza ininterrotta di almeno dieci anni immediatamente anteriore alla data della rispettiva richiesta di cittadinanza venezuelana.

Una curiosità riguarda in questo caso anche i cittadini italiani ! La durata della residenza necessaria per la naturalizzazione si ridurrà a cinque anni nel caso di coloro che posseggano originariamente la cittadinanza Italiana, Spagnola, del Portogallo o Paesi latinoamericani & Caraibi.

PER MATRIMONIO : Gli stranieri che contraggano matrimonio con venezuelani, da quando manifestano in tal senso la loro volontà. Devono però passare almeno cinque anni a partire dalla data delle nozze.

Approfondimenti : La LEY DE NACIONALIDAD Y CIUDADANÍA  del 2004

All’articolo 6 di detta legge si ribadisce nuovamente che la nazionalità venezuelana non si perde acquisendo un’altra nazionalità anche se non si rinuncia a quella (libertà di avere più cittadinanze).

All’articolo articolo 7, i cittadini venezuelani che hanno un’altra cittadinanza accettano di utilizzare la Nazionalità venezuelana per il suo ingresso, soggiorno e uscita dal territorio della Repubblica Venezuela, facendosi identificare così in tutti gli atti.

Carta de Naturaleza è lo strumento attraverso il quale viene concessa la cittadinanza venezuelana allo straniero o straniera.

Ciudadanía invece lo status giuridico ottenuto dalla nazionalità venezuelana, che consente il godimento ed esercizio dei diritti e dei doveri politici previsti dalla Costituzione e dalle leggi della Repubblica

LEY DE NACIONALIDAD Y CIUDADANÍA GACETA OFICIAL N° 37.971. 01 de julio de 2004

La situazione del Venezuela nel 2018

I venezuelani che hanno lasciato la propria terra natia negli ultimi cinque anni sono stimati in circa 2 milioni e 300 mila unità.

La maggior parte di loro cerca di emigrare nei paesi vicini: circa il 90%, infatti, decide di restare in Sud America. Ed è proprio questo esodo che sta scatenando numerosi episodi di intolleranza, razzismo e xenofobia in quei Paesi dove finora la solidarietà era senz’altro una caratteristica peculiare.

Un clima di tensione che si respira soprattutto in Brasile, dove gruppi enormi di persone hanno cercato di rispedire i venezuelani al di là del confine, arrivando addirittura a dare alle fiamme i campi profughi realizzati con mezzi di fortuna. La paura è che presto questi episodi possano verificarsi un pò in tutti i paesi sudamericani interessati dall’emigrazione dei venezuelani.

Tra i Paesi più in difficoltà nella gestione dei profughi venezuelani ci sono l’Ecuador e il Perù, che finora riconoscevano la carta d’identità del Venezuela ai rifugiati.

Alla fine del mese di agosto 2018, invece, il governo ecuadoregno ha cambiato rotta per cercare di arginare il flusso di arrivi: l’agevolazione è stata sospesa ed è stata imposta la presentazione del passaporto venezuelano. Una decisione che è stata fortemente criticata dai vertici di Unhcr e Iom.

Nel frattempo è stata raggiunta l’intesa tra 11 paesi latini per l’accoglienza dei migranti venezuelani, seppure su base volontaria. 

L’intesa è tra Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, Messico, Panama, Paraguay, Perù e Uruguay, in vista di un “coordinamento regionale rispetto alla crisi migratoria dei cittadini venezuelani nella regione”.

Per ulteriori precisazioni o domande potete scrivere nel form sottostante..

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio

avvocato studio legale

About the Author

Avv. Angelo Massaro
Avvocato esperto in problematiche dell'immigrazione e diritto di cittadinanza

Be the first to comment on "Doppia cittadinanza italiana e venezuelana"

Leave a comment