Doppia cittadinanza Russia Italia, obblighi di comunicazione

russia

Doppia cittadinanza in Russia, la comunicazione è d’obbligo

Entro due mesi chi goda di doppia cittadinanza oppure di permesso di soggiorno straniero dovrà comunicarlo al Servizio federale di migrazione, pena multe pesanti

La doppia cittadinanza è possibile anche in Russia, ma dal settembre 2014 tutti i soggetti che ne sono interessati hanno l’obbligo per legge di comunicarlo al Servizio federale di migrazione, così come chi abbia un permesso di soggiorno straniero.

Una norma criticata da più parti, perché sembra voler limitare l’uso della doppia cittadinanza, ma intanto nei primi mesi dell’entrata in vigore per la nuova legge sono già stati oltre 600 mila i cittadini russi che hanno comunicato ufficialmente di godere di questa situazione all’anagrafe.

Anche perché in caso di mancata notifica si rischia seriamente una multa pari a 200 mila rubli, ossia poco meno di 4.000 euro, tramutabile anche in 400 ore di servizio alla comunità. In pratica chi è in possesso di un altro passaporto oppure del permesso di soggiorno permanente in uno Stato straniero ha al massimo due mesi di tempo per informare le autorità e lo stesso vale per coloro che acquisiranno la seconda cittadinanza in futuro.

Unica eccezione i cittadini della Crimea, penisola che solo nel marzo 2014 è stata di nuovo annessa alla Russia, per la quale la legge entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2016.

In ogni caso la comunicazione andrà fatta al ritorno nel Paese d’origine e non per posta o con altri mezzi elettronici.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio

avvocato studio legalepratiche cittadinanza

About the Author

Sonia Paolin
Sonia Paolin
Web Writer, articolista e scrittrice di cittadinanza italiana

Comments are closed.