La nuova domanda per il riconoscimento cittadinanza italiana

cittadinanza italiana

È notizia di questi giorni che dal 17 giugno 2015 la domanda per il riconoscimento della cittadinanza italiana diventerà telematica, ovvero sarà compilabile solamente online. La novità è stata resa sviluppata dal dipartimento per le Libertà civili e Immigrazione del ministero dell’Interno e l’obbiettivo è quello di semplificare il procedimento amministrativo.

Il richiedente la cittadinanza, infatti, non dovrà più recarsi, dal 17 giugno 2015 in poi, presso gli appositi uffici, facendo magari lunghe file o chiedendo permessi a lavoro, ma potrà fare tutto da casa, comodamente seduto al PC.

Per il Ministero dell’Interno, invece, tutto questo si tradurrà in uno snellimento della fase di inserimento delle pratiche di cittadinanza nel sistema informativo “Sicitt”, il Sistema informativo cittadinanza, operazione questa che – si spera – potrà anche portare a una riduzione dei tempi di attesa oggi richiesti per valutare tale pratica da parte degli uffici preposti.

È previsto un primo periodo di prova, che va dal 18 maggio 2015 al 16 giugno 2015, nel corso del quale coloro che volessero presentare domanda diretta ad ottenere il riconoscimento della cittadinanza italiana, per residenza o per matrimonio con un cittadino italiano, possono scegliere se compilare la pratica manualmente o inviarla in forma telematica.

Per l’invio telematico della domanda per ottenere il riconoscimento della cittadinanza italiana si dovrà prima di tutto registrarsi all’apposito portale compilando il modulo con i propri dati.

Quindi una volta entrati nella area riservata con il proprio indirizzo email e la password ricevuta via email si potrà richiedere la cittadinanza italiana cliccando sulla voce di menú “Primo accesso alla pratica”. Per mezzo, invece, della opzione di menú “Visualizza stato pratica” si potrà consultare lo stato della domanda.

Alla domanda di cittadinanza italiana online vanno allegati, sempre in formato elettronico: una copia di un documento di riconoscimento; una copia dell’atto di nascita e una copia del certificato penale, entrami rilasciati dalle autorità del paese di origine; una copia della ricevuta del pagamento del contributo previsto dalla legge n. 94/2009 pari a 200€.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio


Guida a cura

avvocato studio legaleavvocato per cittadinanza

About the Author

Giraldi Costantino
web Writer , web content manager, scrittore di cittadinanza italiana e immigrazione

Comments are closed.