Notifica SEND del decreto cittadinanza

La notifica dei decreti di cittadinanza tramite SEND

SEND il nuovo Servizio Notifiche Digitali

Il nuovo servizio di invio di notifiche digitali per semplificare la comunicazione di notizie con valore legale. Si chiama SEND ed è il nuovo Servizio Notifiche Digitali che rende più semplice inviare le comunicazioni a valore legale e che è stata lanciata in via sperimentale in alcuni Comuni in Italia e nella Pubblica Amministrazione (come appunto il Ministero dell’Interno).

Uno strumento, questo, che dovrebbe rendere più semplice, efficace e sicura la notificazione con valore legale degli atti amministrativi (ivi compreso la concessione e diniego della cittadinanza italiana).

Il Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno ha comunicato il passaggio già dal mese di febbraio 2024 per le notifiche dei decreti di cittadinanza (concessione e diniego) e l’adesione alla piattaforma PagoPA per la notifica digitale degli atti della Pubblica Amministrazione.

La Piattaforma Notifiche Digitali è stata realizzata con l’obiettivo di digitalizzare la comunicazione tra Pubblica Amministrazione e utenti, rendendo più semplice il processo di invio, consegna e notifica delle atti amministrativi della PA agli utenti finali (aspiranti cittadini italiani).

Menu ACCESSO COMUNE

Come avremo notato sul Portale cittadinananze è presente un nuovo MENU denomintao ACCESSO COMUNE. Come nella figura sottostante, andremo ora a vedere il significato di termini tecnici come IUN, SEND, NOTIFICA, ANPR.

La notificazione di tutti i decreti di cittadinanza avverrà tramite la Piattaforma PagoPA

SEND – Servizio Notifiche Digitali cittadini.notifichedigitali.it

Per entrare nella piattoforma SEND e verificare la presenza del DECRETO DI CITTADINANZA occore possedere lo SPID o la CIE utilizzata per presentare la domanda di cittadinanza sul portale ministeriale.

Una volta all’interno del sito web SEND occore avere una PEC nei registri pubblici (INAD) o attivare il servizio su App IO e la notifica del decreto di cittadinanza verrà notificato nel domicilio digitale https://cittadini.notifichedigitali.it/notifiche, anche eventualmente un numero di cellulare verificato dalla piattaforma.

Le Prefetture inviano i decreti di cittadinanza alla Piattaforma digitale

Le Prefetture inviano alla Piattaforma i decreti di cittadinanza da notificare: tale operazione può essere effettuata per mezzo del sistema CIVES che procede al deposito del decreto sulla Piattaforma PagoPA.

Così facendo scatterà l’invio automatico alla Piattaforma della richiesta di presa in carico della notificazione in atto.

Dopo il caricamento del decreto sarà la Piattaforma stessa a gestire in autonomia l’intero processo di notificazione all’utente (ovvero lo straniero richiedente la cittadinanza italiana).

L’utente riceverà in questa fase la disponibilità a scaricare su APP IO, SMS o EMAIL PEC.

La fase successiva alla trasmissione della Prefettura alla Piattaforma di notifica

Se avremo registrato perfettamente i dati sul sito SEND avremo il decreto di cittadinanza disponibile per essere scaricato.

E quindi il decreto di cittadinanza come nella figura sottostante

decreto di cittadinanza

Codice IUN, Identificativo Univoco di Notificazione

Cos’è il codice IUN ?

E’ il codice identificatico univoco della notifica, necessario per scaricare la notifica del decreto di cittadinanza (concessione, rigetto, inammissibilità). Ci verrà richiesto quindi in sede di notifica del decreto di cittadinanza e troviamo da inserire nel menu “ACCESSO COMUNE“.

Pertanto il codice IUN e reperibile solo quando arriva il decreto, non prima.

Dove si ottiene il codice IUN ?

E’ possibile ricevere Identificativo Univoco di Notificazione sulla Applicazione IO (se abbiamo attivato le notifiche) come visualizzabile nella figura sottostante oppure nella email pec indicata sulla domanda di cittadinanza (quindi al momento della presentazione della stessa).

APP IO IUN

Cosa è SEND e come funziona

SEND – Servizio Notifiche Digitali è una piattaforma di PagoPa realizzata a disposizione degli enti pubblici per rendere semplice ed efficace la notificazione a valore legale di atti amministrativi. In questo modo diminuisce la spesa pubblica legata agli oneri di notifica a carico dei cittadini e la comunicazione amministrativa dovrebbe essere più efficace.

Per ora SEND – Servizio Notifiche Digitali si affianca ai tradizionali metodi di notifica (c.d. processo analogico) che è attivo su tutto il territorio italiano.

Ma come funziona SEND?

Questo servizio di notifiche funziona semplicemente avendo una PEC nei registri pubblici oppure attivando il servizio su App. Inoltre si tratta di uno degli obbiettivi digitali previsti nel PNRR.

I cittadini che desidereranno usare SEND – Servizio Notifiche Digitali, dopo la fase di transizione, potranno scegliere che la gestione delle notifiche sia del tutto in digitale.

Bisogna avere un indirizzo PEC indicato nei registri pubblici come l’INAD, ovvero indicare di voler usufruire il servizio sull’app IO, che permettere di ricevere la notifica nel caso in cui vi sia una notificazione di un atto.

Sarà anche possibile pagare, sempre digitalmente, gli importi dovuti, come anche indicare i recapiti, come numero di cellulare e mail per ricevere gli avvisi di cortesia.

Se invece mancano i recapiti digitali, SEND – Servizio Notifiche Digitali trasmette al cittadino una raccomandata cartacea che ha valore legale.

La notifica digitale solleva la pubblica amministrazione da ogni altro adempimento connesso alla notifica e inoltre garantisce la reperibilità del destinatario facendo risparmiare costi di gestione e notifica e quindi diminuendo la spesa pubblica connessa a queste operazioni.

In questa fase di transizione, i cittadini anche dei comuni dove SEND – Servizio Notifiche Digitali è attiva riceveranno comunque tutte le notifiche anche in formato cartaceo. Solo nella seconda fase l’invio sarà solamente digitale e l’atto potrà comunque essere ritirato in punti fisici sul territorio nazionale.

Dove è attiva SEND

SEND – Servizio Notifiche Digitali per ora è attiva in via sperimentale in quattro comuni, ma entro luglio altri 100 enti saranno operativi e l’obbiettivo è rendere SEND – Servizio Notifiche Digitali disponibile per 800 pubbliche amministrazioni italiane entro la fine dell’anno, come da obbiettivi del PNRR.

Aggiornamento a cura dello Studio Legale

avvocato studio legaleavvocato Angelo Massaro per cittadinanza

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Città e telefono

    Il tuo messaggio

    About the Author

    Avv. Angelo Massaro
    Avvocato esperto in problematiche dell'immigrazione e diritto di cittadinanza

    Be the first to comment on "Notifica SEND del decreto cittadinanza"

    Leave a comment

    error: Content is protected !!