Passaporto italiano per bambini

Il passaporto italiano per bambini: tutte le informazioni utili

Proprio come per gli adulti, anche i bambini necessitano di un passaporto valido per viaggiare nei Paesi non appartenenti all’UE. Ma come viene regolamentato il passaporto per bambini? Ci sono infatti delle peculiarità. Leggi la nostra guida per saperne di più.

Le informazioni contenute sul passaporto

Il passaporto è un documento di viaggio fondamentale per i cittadini italiani, sia per gli adulti che per i bambini. Con una validità di dieci anni per gli adulti e limitata a 3 o 5 anni per i minori a seconda dell’età, rappresenta infatti l’autorizzazione ufficiale per attraversare i confini nazionali e internazionali.

Questo documento è essenziale per viaggiare al di fuori dell’Unione Europea. Sebbene la carta d’identità sia sufficiente per spostarsi liberamente tra i paesi dell’UE, per le destinazioni al di là dei suoi confini, il passaporto diventa un documento irrinunciabile. Grazie al passaporto, i cittadini italiani hanno accesso a un incredibile numero di paesi nel mondo: ben 188 nazioni.

Il passaporto italiano è emesso in forma elettronica e si presenta come un fascicolo di 48 pagine al cui interno è integrato un microchip che conserva i dati anagrafici del titolare, la fotografia e le impronte digitali, al fine di garantire maggiore sicurezza e facilitare i controlli di frontiera.

La firma digitalizzata del titolare è un elemento essenziale del documento, sebbene vi siano eccezioni per minori di 12 anni, analfabeti o persone fisicamente impossibilitate a firmare, per i quali verrà indicata appositamente l’esenzione, ma solo appunto in casi tassativi restando invece valida la regola generale della firma.

La richiesta del passaporto

Per richiedere un passaporto per bambini, è importante seguire una serie di procedure specifiche, che possono variare a seconda delle circostanze e delle necessità dell’utente.

Solo in caso di urgenza, come per motivi di lavoro o salute, è possibile rivolgersi direttamente alla Questura competente, seguendo le indicazioni fornite sui siti ufficiali delle autorità competenti.

Altrimenti la procedura ordinaria di richiesta del passaporto prevede che si prenoti un appuntamento online attraverso il sito dedicato, utilizzando le credenziali SPID/CIE.

Tuttavia, è importante tenere presente che negli ultimi mesi il servizio di prenotazione potrebbe risultare inefficace a causa dell’elevato numero di richieste, con continui esaurimenti dei posti disponibili.

In tal caso, è consigliabile contattare direttamente la propria Questura per ottenere consigli sulla soluzione più rapida, soprattutto se si ha una certa urgenza.

Per le richieste all’estero, invece, è necessario presentare la domanda presso le rappresentanze diplomatiche e consolari italiane.

Per la richiesta del passaporto per bambini è necessario munirsi di:

1. Modulo di richiesta compilato e informativa sul trattamento dei dati personali.

2. Documento di riconoscimento valido del genitore/tutore legale del bambino, con relativa fotocopia.

3. Due foto del bambino conformi alle norme ICAO: recenti, a colori, con espressione neutra e sfondo bianco.

4. Ricevuta del pagamento di € 42,50 per il passaporto ordinario, effettuato tramite bollettino postale.

5. Contrassegno amministrativo da € 73,50, disponibile presso tabaccai o rivendite di valori bollati.

6. Il vecchio passaporto del bambino, se si desidera il suo ritorno, altrimenti verrà annullato.

Cosa accade se si smarrisce il passaporto

Se un passaporto viene smarrito o rubato, è necessario procedere con la denuncia presso le autorità competenti. La denuncia è un passo necessario per proteggersi da possibili utilizzi fraudolenti del documento per scopi illeciti.

Dopo aver denunciato il furto o lo smarrimento, si segue una procedura specifica per ottenere un nuovo passaporto.

Prima di tutto, è consigliabile registrarsi sul sito Agenda Online e procedere con la registrazione della denuncia. Una volta completata questa fase, il sistema genererà una ricevuta che sarà essenziale per il proseguimento della procedura.

Successivamente, è necessario rivolgersi alle autorità competenti per richiedere un nuovo passaporto. Questo può generalmente essere fatto presso le Questure o i Commissariati di Pubblica Sicurezza e durante la richiesta del nuovo passaporto, potrebbe essere richiesto di presentare la ricevuta della denuncia come parte integrante della documentazione necessaria.

Il ritiro del passaporto

In linea generale, il ritiro del passaporto può essere effettuato senza problemi anche da un’altra persona maggiorenne diversa dal titolare del passaporto, a condizione che disponga di un documento d’identità valido e di una delega legalizzata o sottoscritta davanti a un pubblico ufficiale al momento della richiesta.

Per coloro che preferiscono ricevere il passaporto comodamente a casa propria, Poste Italiane offre il servizio “Passaporto a Domicilio”, con un costo aggiuntivo. Questo servizio prevede la consegna del passaporto all’indirizzo indicato, con la possibilità di tracciare la consegna online.

In caso di assenza al momento della consegna, viene lasciato un avviso e il passaporto viene restituito all’ufficio emittente dopo 30 giorni. Inoltre, Poste Italiane offre un indennizzo in caso di indirizzo errato o smarrimento.

Queste innovazioni semplificano le procedure burocratiche, migliorando l’accesso ai documenti necessari per viaggiare e aumentando l’efficienza e la sicurezza del servizio.

avvocati Imperia studio legale

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Città e telefono

    Il tuo messaggio

    About the Author

    Avv. Angelo Massaro
    Avvocato esperto in problematiche dell'immigrazione e diritto di cittadinanza

    Be the first to comment on "Passaporto italiano per bambini"

    Leave a comment

    error: Content is protected !!