Permesso per lavorare in Svizzera

lavoro e vivere in svizzeralavoro e vivere in svizzera

Come ottenere un permesso di lavoro in Svizzera

Quando il momento economico ed occupazionale non è dei migliori, come in questo periodo storico, uno dei primi pensieri è quello di emigrare all’estero. Spesso si pensa a Paesi molto lontani che nella nostra mente rappresentano nell’immaginario collettivo il benessere: su tutti l’Australia e gli Stati Uniti.

Questi Paesi, però, sono molto lontani da noi. C’è uno Stato che si trova a due passi da noi, dove il benessere è rinomato: sto parlando, ovviamente, della Svizzera.

Se vi state chiedendo come fare per andare a vivere e a lavorare in Svizzera, in questo articolo vi spiego i principali passaggi burocratici.

Come ottenere un permesso di lavoro in Svizzera

Per lavorare in Svizzera occorre, in primis, ottenere un permesso di soggiorno. In tal senso vi è una differenziazione tra i cittadini dei Paesi appartenenti alla UE o all’AELS (ovvero Associazione europea di libero scambio) e quelli che non sono cittadini di tali Paesi. Noi ci occuperemo, ovviamente, della prima categoria, di cui fa parte l’Italia.

Da precisare, comunque, che i parenti dei lavoratori con regolare permesso, possono trasferirsi indipendentemente dalla nazionalità.

Come ottenere un permesso di lavoro in Svizzera se si è cittadini europei

I cittadini dell’UE, possono entrare grazie all’accordo sulla libera circolazione delle persone.
I permessi vengono rilasciati dai vari cantoni e sono suddivisi per varie categorie. Andiamo ad analizzarle insieme.

Categoria L: permesso di soggiorno di breve durata UE/AELS

Questo permesso, in genere, dura dai 3 ai 12 mesi, quindi per un breve periodo determinato dalla durata del contratto di lavoro. Chi cerca lavoro in maniera attiva in Svizzera, riceve un permesso di 3 mesi, per poi ottenere un permesso L.

Infatti, i cittadini provenienti da un Paese dell’UE o appartenenti ad un Paese AELS, possono soggiornare in Svizzera per 3 mesi per cercare lavoro, senza permesso: è loro premura, però, avvisare gli uffici competenti in Svizzera della loro presenza.

Categoria B: permesso di dimora UE/AELS

La categoria B di permesso viene concessa a chi ha un contratto di lavoro superiore a 12 mesi oppure a tempo indeterminato. Il permesso viene rinnovato per 5 anni, qualora continuino ad essere presenti i presupposti, mentre viene prorogato di un solo anno qualora il richiedente sia rimasto disoccupato per 12 mesi.

lavoro e permesso per svizzera

lavoro e permesso per svizzera

Il permesso B può essere concesso anche a chi, pur in carenza di un contratto di lavoro, dimostri di poter garantire in modo autonomo il proprio sostentamento.

Categoria C: permesso di dimora UE/AELS

Dopo 5 anni di dimora ininterrotta in Svizzera, i cittadini dei primi 15 Paesi dell’UE ottengono il permesso C di dimora a tempo indeterminato; i cittadini degli altri Paesi UE, invece, necessitano di una dimora ininterrotta di almeno 10 anni.

Categoria G: i frontalieri

Questo tipi di permesso è rilasciato, in genere, a chi abita al confine tra due Stati e, pertanto, hanno la loro residenza all’estero (nel nostro caso, in Italia), ma lavora in Svizzera. Molto importante, in tale caso, per mantenere il permesso G, è che il frontaliero torni almeno una volta a settimana nel Proprio Stato.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio


avvocato studio legaleavvocati

About the Author

Avv. Angelo Massaro
Avvocato esperto in problematiche dell'immigrazione e diritto di cittadinanza

Be the first to comment on "Permesso per lavorare in Svizzera"

Leave a comment