Notifica del decreto di cittadinanza in comune

notifica cittadinanza italiananotifica cittadinanza italiana

Decreti Di Conferimento Cittadinanza, al via le notificazioni comunali

Come ben sappiamo, l’iter per acquisire la cittadinanza italiana non è semplice: si tratta di un procedimento abbastanza lungo e che richiede anche l’espletamento di formalità burocratiche fra cui la notifica del decreto di cittadinanza.

Abbiamo già visto nei precedenti articoli che la cittadinanza italiana viene acquistata dagli stranieri per matrimonio o per residenza continuata, e automaticamente nell’ipotesi dei figli minori di chi acquista a sua volta la cittadinanza italiana. 

Una volta soddisfatti i requisiti che la legge richiede, lo straniero deve inviare la domanda online all’autorità.

Se la domanda per l’acquisto della cittadinanza viene accettata, allora allo straniero viene notificato il decreto di concessione della cittadinanza dall’ufficio territoriale del Governo (Prefettura), il quale deve essere trascritto nei Registri di Stato Civile del Comune dove lo straniero risiede.

Dopo aver ottenuto il decreto, lo straniero potrà effettuare il giuramento di fedeltà alla Repubblica e dal giorno seguente è considerato cittadino dello Stato.

Ci sono alcune novità in via di sperimentazione che riguardano proprio la notificazione del decreto di concessione della cittadinanza.

La sperimentazione della notifica del decreto ai Comuni

Infatti i comuni di Riccione, San Giovanni in Marignano, Santarcangelo di Romagna, Cattolica, BellariaIgea Marina, Misano Adriatico e Morciano di Romagna hanno firmato qualche giorno fa il Protocollo d’Intesa con la Prefettura, per mezzo del quale essi ricevono l’autorizzazione a notificare i decreti di conferimento di cittadinanza ai cittadini stranieri che ne fanno richiesta.

Si tratta certamente di una novità nell’ambito delle procedure standard per la concessione della cittadinanza.

Lo scopo delle nuove procedure in ambito di notifica del decreto di cittadinanza è quello di “facilitare il percorso agli aventi diritto attraverso lo strumento della semplificazione amministrativa e della digitalizzazione” secondo la nota della Prefettura.

Infatti fino ad oggi il compito di notificare il decreto era di competenza della Prefettura, come prendeva la legge del 5 febbraio del 1992, numero 91.

Delegando il compito di notificare il decreto direttamente ai singoli comuni, è possibile seguire in maniera più snella la procedura e sicuramente anche abbattere quel muro di burocrazia che spesso fa da contorno alle procedure per la richiesta di cittadinanza.

Non cambia nulla, in realtà, dal punto di vista legislativo. Infatti la Prefettura rimane l’unica autorità competente per quanto concerne l’emissione del decreto di conferimento, così come le spetta anche il controllo dei requisiti ai quali è subordinata l’accoglienza della richiesta di cittadinanza: quindi la Prefettura invierà i decreti di conferimento ai singoli comuni di residenza dei richiedenti, i quali notificheranno l’atto ai richiedenti medesimi.

In sostanza si tratta di una sorta di “delega” da parte della Prefettura ai singoli comuni interessati, in modo da snellire e velocizzare la procedura.

Ovviamente per completare l’iter della cittadinanza, dopo la notifica del decreto, va effettuato il giuramento di fronte al Sindaco o suo delegato.

Se l’esperimento cominciato da questi sette comuni avrà poi successo in termini di velocizzazione delle notifiche, è probabile che il procedimento così descritto verrà esteso ad altri comuni italiani, segnando così un goal significativo contro la lentezza della burocrazia.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio

avvocato studio legaleavvocato per cittadinanza

About the Author

Avv. Angelo Massaro
Avvocato esperto in problematiche dell'immigrazione e diritto di cittadinanza

Be the first to comment on "Notifica del decreto di cittadinanza in comune"

Leave a comment