Cittadinanza italiana per i coniugi stranieri

cittadinanza coniuge di cittadino italianocittadinanza coniuge di cittadino italiano

E‘ possibile acquisire la cittadinanza italiana per i coniugi stranieri dei cittadini naturalizzati italiani ?

La risposta è si!

Parliamo del caso, per esempio, dello straniero che acquisisce la cittadinanza italiana per residenza e che successivamente vuole che anche il suo coniuge, a sua volta cittadino straniero, acquisisca la cittadinanza italiana.

Esiste differenza se il coniuge ha acquisito il passaporto per nascita oppure naturalizzazione ?

Il coniuge di un cittadino italiano, dunque, ha sempre diritto a ottenere la cittadinanza italiana, indipendentemente dal fatto che il coniuge italiano abbia acquisito la cittadinanza italiana per naturalizzazione o fosse italiano dalla nascita.

Anche in questo caso si applica la Legge 91/92, il cui articolo 5) regola le modalità nelle quali si acquisisce la cittadinanza italiana per matrimonio.

Due o tre anni per la cittadinanza per matrimonio ?

Il coniuge del cittadino italiano, se residente in Italia assieme al suo coniuge, può presentare domanda di cittadinanza trascorsi due anni dalla data nella quale il nuovo cittadino italiano ha acquisito la cittadinanza italiana, purché fossero già sposati civilmente antecedentemente. Diversamente i due anni decorreranno dalla data nella quale si sono sposati.

Nel caso invece il cittadino italiano e il suo coniuge, o anche solo uno dei due, siano residenti all’estero, allora si dovranno attendere tre anni, dalla data nel quale il cittadino italiano è stato naturalizzato, prima che si possa presentare la domanda di cittadinanza, sempre fermo restando il fatto che fossero sposati civilmente in data antecedente la naturalizzazione, diversamente saranno tre anni dalla data del matrimonio.

Va però detto che in presenza di figli, nati o adottati dalla coppia, il termini sopra indicati di due o tre anni si dimezzano.

Da quando decorre il tempo per fare la domanda del coniuge ?

Infine la naturalizzazione italiana, cioè l’acquisizione della nazionalità italiana in data successiva alla nascita, e quindi la data dalla quale si può iniziare a contare il decorso del termine per richiedere la cittadinanza italiana per il coniuge straniero del nuovo cittadino italiano decorre dal giorno successivo al giuramento al Comune o presso la Rappresentanza diplomatica all’estero.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio

avvocato studio legaleavvocato per cittadinanza

About the Author

Avv. Angelo Massaro
Avvocato esperto in problematiche dell'immigrazione e diritto di cittadinanza

1 Comment on "Cittadinanza italiana per i coniugi stranieri"

  1. dichiara il nostro matrimonio un matrimonio di convenienza | 23 Maggio 2018 at 9:03 |

    io sono cittadina Italiana residente all’estero e sono sposata con un cittadino di origine Nigeriana e vivo anche con mio figlio
    Purtroppo siamo costretti a rientrare in Italia causata dai continui rifiuti dall’Home Office del Regno Unito che dichiara il nostro matrimonio un matrimonio di convenienza e che non ci sono prove sufficienti che io lavoro. Risultato una forte frustrazione mentale soprattutto nonche’ economica.
    Vengo ora alla mia domanda:

    abbiamo previsto il nostro rientro in Italia per la meta di luglio e ovviamente chiedere immediatamente la cittadinanza per mio marito ma mi chiedevo dal momento della richiesta al momento del ricevimento della risposta mio marito sara libero di viaggiare con me o dovra permanere in Italia fino alla risposta?

    mi scuso per lo sfogo ma essendo cittadina Italiana ed Europea ho trovato questa situazione incredibile paradossale e vergognosa

Comments are closed.