Entra con SPID nella cittadinanza

entra con spid e cittadinanze

Pratiche di cittadinanza : si parte con l’accesso SPID

Ci siamo, dal 1 settembre 2020 sarà obbligatorio l’accesso tramite spid !

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato il manuale che rivoluzionerà il sistema di accesso di login alle pratiche di cittadinanza mediante il sistema ID SPID . A breve vedremo la nuova home page sui nostri pc.

Richiesta di cittadinanza, da settembre SPID obbligatoria

Ogni soggetto che presenta la domanda per la cittadinanza italiana dovrà essere dotato anche di SPID. Come funziona e a cosa serve

La richiesta per la cittadinanza italiana cambia ancora. A partire dal prossimo mese di settembre infatti chi presenta la domanda dovrà anche essere in possesso di SPID (sigla che sta per Sistema pubblico di identità digitale).

Una specie di codice fiscale, ma molto più efficace e che serve normalmente per farsi riconoscere dalla Pubblica Amministrazione.

A partire dal 1° settembre le credenziali SPID saranno quindi obbligatorie per presentare le domande di cittadinanza italiana attraverso il portale del ministero dell’Interno.

Non una novità assoluta comunque perché l’identità digitale deve già essere utilizzata dai datori di lavoro nelle domande di regolarizzazione per lavoratori stranieri agricoli o domestici.

E serve per accreditarsi gratuitamente a tutti i servizi online dello Sportello Unico per l’Immigrazione. Parliamo ad esempio delle conversioni di permessi di soggiorno, dei ricongiungimenti familiari ma anche delle prenotazioni dei test d’italiano.

Per attivarla occorre essere maggiorenni e registrarsi attraverso uno dei provider autorizzati elencati sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale. Sono le Poste, con il sito posteid.poste.it, Aruba, IntesaID, InfoCertID, Lepida, Namirial, SielteID, Register e TIM.

Per la registrazione c’è bisogno di un numero di telefono cellulare, un indirizzo e-mail attivo, un documento di identità in corso di validità e la tessera sanitaria con il codice fiscale.

Come illustra il Ministero dell’interno, dopo aver ottenuto l’identità SPID il richiedente la cittadinanza potrà accede al portale selezionando la modalità ‘Entra con SPID’. Qui visualizzerà i servizi disponibili e sceglierà quello che gli serve.

Visualizzare una domanda già presentata,

In particolare per poter visualizzare una domanda già presentata, dovrà essere selezionata una delle due voci previste:
1) ‘Associa Pratica inviata online‘ serve a recuperare a domanda di richiesta della cittadinanza italiana inviata online
2) ‘Primo accesso alla domanda cartacea‘ invece serve per recuperare la domanda presentata in forma cartacea.

Una volta presentata la domanda, nel menù laterale possono essere cliccate le voci ‘Visualizza stato della Domanda‘ e ‘Comunicazioni‘ per avere sempre tutto sotto controllo.

Il periodo transitorio di accesso duale alle cittadinanze tramite SPID e vecchio login con email

Il richiedente dopo aver visualizzato l’homepage del Portale Cittadinanze per poter accedere alla funzionalità di interesse (Sportello Unico Immigrazione, Cittadinanza, Test Italiano), deve selezionare il pulsanteEntra con SPID” al fine di autenticarsi con le credenziali SPID già in possesso.

L’accesso tramite l’autenticazione con il Sistema SPID verrà reso definitivo a seguito del decorso di un periodo di 30 giorni durante il quale l’utente avrà ancora la possibilità di accedere al Portale delle domande sia con la vecchia modalità di log-in sia mediante SPID.

entra con spid

Regole di accesso per residenti all’estero (moduli AE, BE)

Selezionando “Effettua Registrazione” l’utente può registrarsi al Portale per accedere a tutte le funzionalità del Portale solo durante i 30 giorni del periodo transitorio.

Successivamente a tale periodo la registrazione al portale con le vecchie modalità sarà disponibile SOLO per gli utenti residenti all’estero che richiedono la Cittadinanza (modelli AE, BE).

Accesso tramite SPID

Vediamo insieme il funzionamento. Dopo aver selezionato “Entra con SPID” presente nell’homepage, il richiedente visualizzerà come sotto.

Il richiedente cittadinanza potrà scegliere tra i seguenti Identity Provider riconosciuti 

  1. Aruba;
  2. InfoCert;
  3. IntesaID;
  4. NamirialID;
  5. PosteID;
  6. SielteID;
  7. SpidItalia;
  8. TimID.

Dopo la scelta del proprio provider, l’istante visualizzerà la Richiesta di accesso dal Portale in cui l’utente potrà inserire nome utente e password.

All’interno della maschera di accesso si potrà selezionare :
• Entra con SPID: per portare a termine l’azione di autenticazione;
• Annulla: per tornare alla pagina precedente;
 Recupera password: per reimpostare la password di accesso a SPID in caso di smarrimento

Dopo 4 tentativi di accesso con credenziali errate (nome utente e/o password) l’utenza verrà bloccata.

Sarà ad ogni modo possibile recuperare le utenze bloccate tramite apposita procedura.
Si precisa, inoltre, che non è consentito l’accesso con domini di posta elettronica “temporanei”.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città e telefono

Il tuo messaggio

Riassunto a cura dello Studio Legale

avvocato imperia studio legale

About the Author

Avatar
Avv. Angelo Massaro
Avvocato esperto in problematiche dell'immigrazione e diritto di cittadinanza

Be the first to comment on "Entra con SPID nella cittadinanza"

Leave a comment