Laura Boldrini : “Riforma della cittadinanza anche per gli adulti”

cittadino familiare

Il Presidente della Camera, Laura Boldrini a Radio Vaticana auspica che nella nuova riforma della cittadinanza oltre ai minori possano entrare anche gli adulti per non creare disparità

Laura Boldrini già durante il suo incarico come portavoce dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati è sempre stata molto vicina ad tema della cittadinanza italiana per i migranti e anche oggi come Presidente della Camera ha un’opinione ben chiara sul tema, perché il diretto deve essere esteso anche agli adulti.

Lo ha ribadito nel corso di un’intervista a Radio Vaticana anticipando anche le prossime mosse del parlamento italiano: “La riforma della cittadinanza – ha detto – sarà una delle leggi di cui ci occuperemo alla ripresa, a settembre, è stato depositato un testo”.

E poi è entrata nello specifico della questione: “Mi pare che sia di fatto concentrato sulla cittadinanza dei minori. Se la legge sulla cittadinanza però è uno strumento di integrazione, e io credo che lo sia, allora ritengo che va bene occuparsi della cittadinanza e dei minori, ma anche che bisogna non escludere quella dei maggiorenni, quella degli adulti”.

Due pesi e due misure che rischiano di creare disuguaglianze: “Infatti, si creerebbe una situazione abbastanza difficile da gestire per le stesse famiglie e noi non vogliamo creare sacche di marginalità. Vogliamo fare in modo che chi vive nel nostro Paese e lavora nel nostro Paese e paga le tasse, abbia anche la possibilità di sentirsi parte attiva del nostro tessuto sociale”.

Il Presidente Boldrini ha anche voluto esprimere il suo parere sulle divisioni degli ultimi giorni che tra mondo politico e Chiesa: “Ci sono professionisti delle polemiche nel nostro Paese, che peraltro sono quasi sempre privi di argomenti propri, quindi si esercitano attaccando gli altri e a volte facendolo anche in modo pesante e volgare. Io rimango sempre abbastanza sorpresa da chi, invece, propina il ritorno ai vecchi Stati nazionali chiudendo le frontiere e ognuno per sé, perché questo non solo è anacronistico, ma inefficace”.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio

avvocato studio legalediffide, avvocato per cittadinanza & solleciti

About the Author

Sonia Paolin
Sonia Paolin
Web Writer, articolista e scrittrice di cittadinanza italiana