Andare in Inghilterra nel 2021 con la cittadinanza italiana

Cambiano le regole per trasferirsi nel Regno Unito, il sistema di immigrazione a punti

Per dimostrare tutta l’intenzione di non voler bandire dai confini britannici stranieri intenzionati a trasferirsi, il Regno Unito ha lanciato una campagna di sensibilizzazione a livello europeo

Lo scopo è di dare contezza ad un qualunque cittadino italiano o europeo di quali sono le nuove regole circa l’immigrazione verso Londra a partire dal 1 gennaio 2021.

La libera circolazione tra l’Ue e il Regno Unito terminerà alle 23.00 del 31 dicembre prossimo, e da quel momento i cittadini europei non avranno più automaticamente diritto di trasferirsi per vivere nel Regno Unito.  

Nuovo sistema di ingresso in UK dopo la brexit

L’Inghilterra ha messo a punto un nuovo sistema, che varrà per tutti i soggetti intenzionati ad entrare nello Stato e a prescindere il loro Paese di provenienza. Saranno prioritariamente concessi visti a coloro che vantano competenze e talento.

I cittadini italiani che hanno deciso di lasciare tutto e volare a Londra, dovranno quindi avere degli  specifici requisiti e richiedere un visto attraverso il nuovo sistema di immigrazione. 

La campagna, che mira a è stata posta in essere dal Regno Unito, è stata tradotta anche in italiano e verrà divulgata fino alla fine dell’anno attraverso i più importanti anali di informazione, media e social media, con una seconda fase prevista per l’inizio del 2021.

Coloro che vogliono maggiori informazioni potranno consultare il sito ufficiale del governo inglese, dove si possono trovare tutte le info su come lavorare o studiare in Inghilterra senza problemi. Stante alle nuove regole, i cittadini dell’Ue non si vedranno mai negare il permesso di entrare per turismo nel Regno Unito.

Anzi nella maggior parte dei casi, potranno rimanere fino a 6 mesi.  Le modifiche non incideranno sui diritti garantiti dall”EU Settlement Scheme’ .

Le dichiarazioni dell’ambasciata inglese in Italia

Jill Morris, Ambasciatore britannico in Italia, ha dichiarato: “Il nuovo sistema di immigrazione invia un messaggio a tutto il mondo: la Gran Bretagna resta ‘open for business‘. Vogliamo continuare a incoraggiare i migliori talenti da tutto il mondo a portare le loro competenze nel Regno Unito. Vogliamo dare il benvenuto a numerosi studenti italiani meritevoli, che senza dubbio potranno continuare a trarre beneficio dallo studio nelle nostre università, leader nel mondo. Ma è importante sapere quali saranno le normative vigenti, ed esorto tutti gli italiani ad informarsi per tempo”.

Il visto d’ingresso per lavoratori qualificati

Il sistema di immigrazione a punti ha suddiviso i lavoratori per gradi e qualifiche. Per i lavoratori qualificati, è previsto un visto, rilasciato solo dopo aver dimostrato di essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Avere ricevuto un’offerta di lavoro da un potenziale datore incluso nell’Home Office
  • Vantare il livello di competenza richiesto
  • Guadagnare il salario minimo pertinente
  • essere in grado di parlare l’inglese al livello intermedio B1 (ai sensi del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue)

Lavoro qualificato: visto “Health and Care” per le professioni sanitarie e assistenziali

Se lavori in una professione sanitaria riconosciuta e hai ricevuto un’offerta di lavoro dall’NHS, dal settore dell’assistenza sociale o da datori di lavoro e organizzazioni che forniscono servizi all’NHS, sei in grado di parlare inglese e sei in possesso dei requisiti del visto per lavoratori specializzati, puoi fare domanda per il visto “Health and Care” per entrare nel Regno Unito con la tua famiglia.

Pagherai in tal caso una tassa amministrativa ridotta e riceverai tutto l’aiuto e il supporto necessario durante il processo di presentazione della domanda.

Global Talent

Il visto “Global Talent” è un riconoscimento per soggetti altamente qualificati, i quali avranno la possibilità  di entrare nel Regno Unito senza essere in possesso di un’offerta di lavoro.

Questo visto è destinato a leader di domani nel campo della scienza, delle discipline umanistiche, dell’ingegneria, delle arti (tra cui cinematografia, design della moda e architettura) e della tecnologia digitale, in possesso di competenze uniche in grado di arricchire il patrimonio di conoscenze, l’economia e la società del Regno Unito.

I migliori scienziati e ricercatori potranno usufruire di un processo di approvazione più rapido nell’ambito di un programma STEM accelerato.

Visto per studenti

Per coloro che vogliono studiare nel Regno Unito è previsto un visto per studenti a patto che si abbiano determinati requisiti. Devi dimostrare di aver ricevuto un’offerta per partecipare ad un corso di studi, devi poter dimostrare di essere in grado di parlare, leggere, scrivere e capire la lingua inglese. Devi anche dimostrare di essere in possesso abbastanza soldi per mantenerti e pagare il tuo corso

È previsto un visto separato per studenti minorenni (Child Student) di età compresa tra i 4 e i 17 anni che desiderano studiare in una scuola indipendente.

Se poi sei laureato, dovrai presentare una domanda per un visto per laureati. In tal modo potrai entrare, restare e lavorare nel Regno Unito (o cercare lavoro) per un massimo di 2 anni (3 anni per i dottorandi) dopo il completamento degli studi.

Questo visto particolare troverà applicazione solo a partire dall’estate 2021 e varrà per gli studenti internazionali che hanno una comprovata esperienza in merito alla conformità ai requisiti di immigrazione del governo del Regno Unito.

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Città e telefono

    Il tuo messaggio

    About the Author

    Avv. Angelo Massaro
    Avvocato esperto in problematiche dell'immigrazione e diritto di cittadinanza

    Comments are closed.

    error: Content is protected !!