Cittadinanza australiana, test più rigidi su lingua e integrazione

australiano cittadinanzaaustraliano cittadinanza

Cittadinanza australiana, regole più strette

Il governo attualmente in carica in Australia vuole introdurre misure più rigide nei test e nelle regole per richiedere la cittadinanza australiana ma non mancano le critiche

Prossimamente ottenere la cittadinanza australiana sarà più difficile, come ha anticipato il primo ministro australiano Malcolm Turnbull. Verranno infatti modificati in maniera sostanziale sia i requisiti, con un periodo minimo di residenza nel Paese che sarà allungato, sia il test per valutare le competenze specifiche nella lingua.

Una stretta che ha trovato non poche critiche da parte dell’opposizione al governo perché si teme una stretta decisa all’immigrazione, come dimostra anche la nuova riforma per la concessione di permessi temporanei ai lavoratori stranieri, in un Paese che invece ha sempre brillato per la sua libertà.

L’Australia infatti fino ad oggi è riuscita a far convivere rigide regole sull’immigrazione insieme ad una convivenza reale tra persone provenienti da continenti e culture decisamente diversi.

Un quarto della popolazione attuale infatti proviene da altre nazioni, una cifra che è doppia rispetto ad esempi ad un Paese trainante come gli Stati Uniti, ma gli eventi degli ultimi anni sembrano aver modificato la politica di accoglienza australiana.

Nel 2013 il primo passo concreto del governo di centrodestra guidato dal premier Abbott che varò un’operazione per il respingimento forzato o lo spostamento verso altri Paesi di tutti i migranti che giungevano in Australia illegalmente via mare.

Un provvedimento che è andato avanti nel tempo, attirandosi però feroci critiche da parte delle ONG internazionali, acuite poi dall’inchiesta pubblicata un anno fa dal quotidiano ‘Guardian’ che aveva documentato gli abusi nel centro di detenzione di Nauru, un atollo nel quale vengono forzatamente trasferiti gli immigrati illegali in Australia.

Oggi la nuova stretta agli ingressi, perché i richiedenti dovranno anche dimostrare di essere ben inseriti nella società e disposti a sposare i veri valori australiani, condividendo l’uguaglianza tra uomo e donna così come la libertà personale di culto.

I critici però sottolineano come persone provenienti da zone di conflitto in Africa o in Medio Oriente avranno certamente difficoltà a sostenere l’esame di inglese e comunque sembra quasi palese che tutti pur di avere la cittadinanza all’atto dell’esame si dichiareranno convinti di accettare i valori richiesti dal test. In ogni caso non è stato ancora comunicato quando questa riforma possa entrare in vigore.

Approfondimento : Passaporto australiano requisiti più stretti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio

avvocato studio legaleavvocato immigrazione stranieri, avvocato per cittadinanza

About the Author

Sonia Paolin
Sonia Paolin
Web Writer, articolista e scrittrice di cittadinanza italiana