Cittadinanza italiana e matrimonio

famiglia

Sempre più frequentemente ci si chiede se la cittadinanza italiana può essere acquisita tramite matrimonio e la risposta è .

Stando a quanto sancito da legge, infatti, il coniuge, che sia esso straniero o apolide, può ottenere la cittadinanza italiana. Naturalmente, ci sono delle conditio sine qua non da rispettare, altrimenti il tutto diventerebbe troppo facile e ci sarebbe un vero e proprio boom di matrimoni di comodo.

Per poter richiedere la cittadinanza italiana per matrimonio, il coniuge deve risiedere in maniera legale sul territorio statale da almeno 2 anni o può, altresì, richiederla dopo 3 anni dalla data del matrimonio, in caso di residente all’estero.

Attenzione, però, perché si deve sottolineare che il vincolo di coniugio deve permanere almeno fino alla data di adozione del provvedimento. I tempi sopra elencati vengono dimezzati se ci sono figli nati o adottati da entrambi i coniugi.

Per richiedere la cittadinanza italiana per matrimonio è necessario presentare una serie di documenti.

Quali?

– Estratto dell’atto di nascita;

Certificazione penale rilasciata sia dallo Stato di origine che dagli altri Stati in cui si è risieduto;

– Certificazione che attesta la regolarità della residenza legale (iscrizione anagrafica e titolo di soggiorno) da almeno due anni sul territorio italiano, dal giorno del matrimonio o in base agli altri termini previsti da legge;

– Certificato del casellario giudiziale e dei carichi pendenti (ora autocertificazione);

– Stato di famiglia che indica anche figli nati o adottati dai coniugi;

– Dimostrazione dell’avvenuto versamento, sul conto corrente postale n. 809020 intestato a ‘Ministero dell’Interno DLCI – cittadinanza’, del contributo di 200 euro.

Il possesso dei requisiti non può essere autocertificato in nessun caso e anche i cittadini UE devono presentare tutta la documentazione richiesta.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio


avvocato studio legaleavvocato per cittadinanza

About the Author

Serena Marigliano
webwriter, freelance, laureata in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali. Appassionata di viaggi, scrittura, lettura e Arte.

2 Comments on "Cittadinanza italiana e matrimonio"

  1. Posso sapere che significa questo messaggio mi l’hanno mandato giorno dopo invio della domanda cittadinanza per matrimonio ” la domanda viene rifiutata. Si invita a nuovo invio allegando i documenti per il verso di lettura. Inoltre il matrimonio da un primo controllo non sembrerebbe trascritto in Italia. Se trascritto, si invita ad allegarlo alla voce “documento generico“, se non trascritto si invita a farlo trascrivere prima di inviare nuova domanda.

  2. dissidi marito | 11 giugno 2017 at 6:28 |

    disculpa per il disturbo, ho bisogno di sapere qualcosa più di un anno fa ho fatto la richiesta per la cittadinanza italiana per matrimonio con un cittadino italiano, purtroppo sono stata sempre maltrattata dal mio marito le avevo fatto una denuncia sono stata seguita dal Antiviolenza, ero fuori di casa per motivo di lavoro avevo cambiato la residenza, la mia pratica di cittadinanza stata trasferita dove avevo la residenza per motivo di lavoro,ma pochi giorni fa sono tornata a casa con mio marito , ho paura che non mi danno più la cittadinanza io no so cosa fare,un consiglio per favore, grazie.

Comments are closed.