Cittadinanza svizzera negata ad animalista vegana

svizzera cittadinanza

Troppo “vegana”: la Svizzera non le concede la cittadinanza

Una donna olandese si è vista contestare due volte la cittadinanza Svizzera: troppo fastidiose le sue battaglie animaliste

Le battaglie animaliste di Nancy Holten

Sta facendo discutere molto il caso di Nancy Holten, donna di origini olandesi, che si è vista contestare per ben due volte la cittadinanza svizzera nel canton Argovia. Perché?

La 42enne, è ritenuta troppo “fastidiosa” dalle autorità locali, prima di tutto per il suo stile di vita e le sue lotte a sostegno degli animali. Holten è difatti una fervente vegana e animalista che si è incaricata di numerosi progetti che hanno fatto torcere il naso alla comunità argoviese.

 cittadinanza svizzera negata

cittadinanza svizzera negata

Tra questi, la proposta di annullare i rintocchi delle campane della cattedrale al mattino, il suo dissenso contro le corse dei cavalli e dei maiali e la sua disapprovazione dei campanacci al collo delle vacche. Tutte lotte che le sono valse numerosi nemici.

“Se vuole la cittadinanza svizzera, che sia il Consiglio di Stato a dargliela”

Ciononostante la donna detiene tutti i requisiti per poter acquisire la cittadinanza svizzera. La donna, di origini olandesi, abita in Svizzera da quando era una bambina, parla perfettamente la lingua svizzero-tedesca, è mamma di tre figli nati in Svizzera ed ha lavorato come top model e reporter. Con tutto ciò, per gli abitanti del comune di Gipf-Oberfrick, Nancy Holten non rispetta a sufficienza le tradizioni.

E benché il Consiglio di Stato argoviese abbia accolto la contestazione della 42enne la prima volta, ritenendo che non ci fossero i requisiti per rifiutargliela, lo scorso novembre è giunto il secondo secco no da parte del legislativo. I voti avversi sono perfino cresciuti rispetto alla prima seduta. “Se vuole la cittadinanza svizzera, che sia il Consiglio di Stato a dargliela” – esortano gli abitanti di Gipf-Oberfrick.

Disposta al trasferimento pur di ottenere la cittadinanza

La donna considera la Svizzera la sua nazione, anche se le sue origini sono olandesi. Lei vuole divenire a tutti i costi una cittadina svizzera ed è disposta a trasferirsi in un altro Comune, pur di acquisirla. In questo territorio, la procedura per la naturalizzazione cambia, a seconda del Comune o del cantone di appartenenza.

Non è facile dunque acquisire la cittadinanza svizzera e la Holten lo sa bene. Non è sufficiente essere in norma dal punto di vista amministrativo: è necessario anche adottare una certa condotta. Pertanto, le tante battaglie animaliste della donna, sono state la causa del secondo no secco da parte dei burocratici svizzeri.

Epilogo : Nancy Holten, neo cittadina svizzera

“Se vuole il passaporto svizzero, che sia il Consiglio di Stato a dargliela” inflessibili e perentori gli abitanti di Gipf-Oberfrick.

E così è stato ! E’ finalmente arrivato il nullaosta dalle autorità svizzere per il passaporto elvetico, entusiasta la neo cittadina svizzera Nancy Holten a cui si aggiungono i complimenti dalla figlia tredicenne “incredibilmente fiera della madre per non aver ceduto”.

evoluzione passaporti svizzeri

evoluzione passaporti svizzeri

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Città

Il tuo messaggio

avvocato studio legalepratiche cittadinanza

About the Author

Natalie Ciaramella
Natalie Ciaramella

Autrice e articolista in cittadinanza e immigrazione, stranieri